L’esecuzione raffazzonata di Cromwell by Luisa Zambrotta

Thomas Cromwell (1485 – 28 luglio 1540), avvocato e statista inglese, fu segretario e primo ministro del re Enrico VIII dal 1534 al 1540, dopo aver ricoperto numerosi altri incarichi al servizio del re

La caduta di Cromwell iniziò dopo la morte della terza moglie di Enrico, Jane Seymour, nel 1537, pochi giorni dopo la nascita del figlio, l’agognato figlio maschio del re, il futuro Edoardo VI.
Alla ricerca di una quarta moglie per Enrico, Cromwell trovò una nuova sposa, Anne of Cleves, una principessa tedesca che avrebbe portato all’Inghilterra una nuova potente alleanza.
Prima di accettare l’idea, il re inviò Hans Holbein il Giovane a dipingerne il ritratto.Il pittore fornì un ritratto troppo lusinghiero della donna, che trasse in inganno il re.
Quando Anne arrivò in Inghilterra nel dicembre 1539 ed Enrico la incontrò di persona, rimase scioccato dal suo aspetto.
“Non mi piace! Non mi piace!’ gridò, lamentandosi che Anne non era affatto bella come gli era stato detto .
Tuttavia, la cerimonia nuziale ebbe luogo ma il matrimonio non fu mai consumato. Il re si giustificò dicendo che gli era impossibile avere rapporti coniugali con una donna che trovava così poco attraente.

La posizione di Cromwell come braccio destro del re si stava avviando alla fine.
La rabbia del re e il cambiamento nell’equilibrio di potere europeo diedero agli oppositori di Cromwell, in particolare il duca di Norfolk, l’opportunità in cui speravano da tempo e la nipote di Norfolk, Catherine Howard, fu presto premurosamente messa sul cammino del re-
Sarebbe stato semplice per Cromwell organizzare l’annullamento del precedente matrimonio, ma ciò avrebbe permesso a Catherine di sposare il re, causando a Cromwell un grande pericolo.

Nell’aprile del 1540, appena tre mesi prima di salire sul patibolo, fu creato Conte di Essex e Lord Gran Ciambellano. Questo fece infuriare i suoi nemici, decisi a sbarazzarsi di quest’uomo di bassa estrazione sociale. Iniziarono allora una campagna di dicerie contro Cromwell e convincendo il re che il suo ministro stesse complottando contro di lui.
Ci volle poco per far infiammare il carattere arbitrario e imprevedibile del re, che non esitò a ordinare l’arresto di Cromwell con molteplici accuse. compreso il tradimento e l’eresia.
Fu condotto alla Torre il 10 giugno 1540 e condannato a morte senza processo.

La sua unica possibilità di aver salva la vita era di convincere Enrico a perdonarlo. Pertanto, gli scrisse una serie di lettere imploranti dalla Torre, l’ultima delle quali si concludeva con un poscritto disperato: “Principe misericordioso, io grido pietà, pietà, pietà”.

Fu decapitato pubblicamente a Tower Hill il 28 luglio 1540, nello stesso giorno in cui il re sposava la sua quinta moglie, Catherine Howard.

L’esecuzione fu particolarmente cruenta e dolorosa.
Sul patibolo, Cromwell recitò una preghiera e fece un discorso in cui proclamava di morire, “nella fede tradizionale” e negava di aver sostenuto gli eretici. Poi affidò la sua anima a Dio,
e supplicò il boia: “Vi prega, se possibile, tagliatemi la testa con un sol colpo, in modo che io non abbia a soffrire molto”.
Tuttavia, il boia ebbe serie difficoltà a decapitarlo.
Il cronista Edward Hall, suo contemporaneo, scrisse che Cromwell “sopportò pazientemente i colpi d’ascia dalle mani di un lurido macellaio che portò a termine l’incarico molto male”
Altri resoconti sottolineano che fu necessario sferrare più di un colpo e che “due carnefici impiegarono quasi mezz’ora a tagliare il collo e la testa di Lord Cromwell “.
In seguito, la testa venne esposta su un palo sul London Bridge

Un comentario Agrega el tuyo

Deja una respuesta

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Salir /  Cambiar )

Google photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google. Salir /  Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Salir /  Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Salir /  Cambiar )

Conectando a %s