Il pezzo buono by Lorella Costa

Vi presentiamo un nuovo collaboratore di MasticadoresItalia. Benvenuta Lorella! Verrà pubblicato ogni 15 giorni ogni sabato.—j re crivello Lorella Costa Esperta di narrazione, cura l’ideazione e la realizzazione dei laboratori di lettura, scrittura e fumetto per ragazze/i de Il Giromondo. … Continúa leyendo Il pezzo buono by Lorella Costa

“Nonna Luisa” by Luisa Zambrotta

Luisa aprì la porta finestra che dava sul terrazzo e uscì a prendere una boccata d’aria.Inspirò lentamente, cercando di restare calma. Era da tempo che sentiva qualcosa in gola, una specie di blocco che le faceva male. Il medico del paese le aveva dato uno sciroppo e le aveva garantito che presto sarebbe tornata come nuova.I due figli più grandicelli, Antimo e Pasqualino, erano ancora a scuola e sarebbero rientrati alle quattro, così lei poteva finalmente godersi un attimo di quiete.Il più piccolo, Nicola, dopo aver mangiato con gusto quanto gli aveva preparato, stava facendo il riposino pomeridiano nel suo … Continúa leyendo “Nonna Luisa” by Luisa Zambrotta

Capitolo 2 By Gigiuanna ALDINA L’antico convento di clausura sorge sopra una piccola altura in fondo al paese. Esiste da sempre. Ricordo che fin da piccola, quando uscivo la sera con le amiche per una passeggiata, la meta era sempre la medesima. “Ma’, arriviamo al convento e poi torniamo”. Eravamo in quattro: Aldina, Santina, Elisabetta e Mariapia. Quanti sogni abbiamo condiviso lungo quelle camminate, avevamo 15 anni e il cuore pieno zeppo di speranza. “Ma voi lo volete un marito raga’? Io c’ho un po’ paura se ci penso” diceva Santina la più fifona, lei aveva paura di tutto perché … Continúa leyendo

Il segreto di nonna Aldina —Capitolo 1 di Giovanna Fumagalli

Diversi anni fa ho frequentato un corso di scrittura creativa durante il quale ci era stata offerta l’opportunità di scrivere una storia. La storia di nonna Aldina ce l’avevo in cuore da molti anni, ma mancava sempre l’occasione giusta per raccontarla. Quando però ho iniziato a trasformarla in parole, quando i personaggi hanno cominciato a prendere vita attraverso la mia penna, ho capito che non c’era niente di più meraviglioso di questo. E’ rimasta nel cassetto per molto tempo e oggi ho deciso di fare ciò per cui le storie sono nate, condividerla. Ogni settimana attraverso le pagine del mio … Continúa leyendo Il segreto di nonna Aldina —Capitolo 1 di Giovanna Fumagalli

Libri dell’anno – Parte seconda- by Marisa Salabelle

Nel 2021 sono usciti molti libri di autori italiani che apprezzo e che ho letto molto volentieri. Fra i tanti, vorrei ricordare Fifty-fifty, di Ezio Sinigaglia, uno scrittore straordinario, con una capacità linguistica eccezionale e una fantasia inesauribile. Fifty-fifty parla dell’amore impossibile tra il narratore, di cui conosciamo solo il cognome, Aram, e un bel giovanotto chiamato Stefano; di una gita in tenda nel Conero, di un week end in una villa in Versilia, di una compagnia di gente stravagante e bizzarra. Di tutt’altro genere è Il cannocchiale del tenente Dumont, di Marino Magliani, un altro scrittore raffinatissimo: si parla … Continúa leyendo Libri dell’anno – Parte seconda- by Marisa Salabelle

On His Blindness by Luisa Zambrotta

(Blog di Luisa) John Milton, nato a Londra il 9 dicembre 1608 e morto nel 1674, fu un poeta e intellettuale inglese che servì come funzionario pubblico per il Commonwealth d’Inghilterra sotto Oliver Cromwell.È famoso per il suo “Paradise Lost/Il Paradiso perduto”, ampiamente considerato come il più grande poema epico in inglese.Milton scrisse in inglese, latino, greco e italiano, ottenendo fama internazionale. Nel 1652 Milton diventò cieco, probabilmente a causa di un glaucoma, e fu costretto a dettare le sue opere a famigliari, amici o amanuensi. Fu anche obbligato a dimettersi dalla vita politica attiva.Si presume che uno dei suoi … Continúa leyendo On His Blindness by Luisa Zambrotta

L’apocalisse

by Rodixidor Il vento diventa impetuoso, scende da San Martino prendendo forza, urla imboccando la strada dei Quartieri, muggisce e trascina, ombrelli, addobbi, abeti colorati, lampade, alberi, e fa della pioggia proiettili liquidi e poi torrenti increspati che scendono,tracimano e si fondono in un unico grosso fiume che vuole raggiungere il mare. Il mare che preso dallo stesso impeto salta su di onde di più metri, bianche ed agitate dalla stessa forza dello stesso Libeccio, inesorabile. E’ un universo che diventa acqua, ed una città che vi si annega. Clacson prima, poi grida di gente che corre cercando riparo, clamori … Continúa leyendo L’apocalisse

Macchie by Rebecca Lena

La scomparsa delle cose e degli esseri mi schiaccia al suolo, di nuovo. La mia stessa forma si riduce a poltiglia senza il sostegno dell’euforia, invertebrata. Sento il mondo intriso di una violenza inconsapevole, credo sia nascosta dietro quella pellicola di bambini che si arrampicano, che scivolano giù, di fiori dappertutto, di terra calpestata da un pallone, di persone che conversano del niente, di sole mite, dietro l’ovunque è un brulicare di viscere vermiglie. Sotto alla patina dei sensi. Talvolta la violenza sbuffa fuori grazie alla velocità delle cose che corrono, guidate da persone che corrono. L’urto crea strappi sulla … Continúa leyendo Macchie by Rebecca Lena

La premiazione by Marisa Salabelle

(Blog di Marisa) Uno dei miei ragazzi ha partecipato a un concorso di poesia. Questo pomeriggio c’è la premiazione e lo accompagno. Non abita in città e non conosce bene la zona in cui ha sede l’associazione che ha bandito il concorso, perciò gli do appuntamento davanti a scuola. Ed eccomi qui, nel sole accecante di un pomeriggio di fine maggio, che lo aspetto: proprio quando ho perso ogni speranza lo vedo arrivare, in compagnia di due improbabili personaggi che scopro essere sua nonna e suo zio. «Presto, andiamo o faremo tardi. Siete in macchina?» No, sono venuti in treno, … Continúa leyendo La premiazione by Marisa Salabelle

Lettera a Frisco by Marisa Salabelle

(blog di Marisa) Caro Francesco Abate detto Frisco, proprio come la città di San Francisco e un chiosco di bibite in piazza Mazzini a Pistoia, tu mi sei molto simpatico perché sei cagliaritano come me e anche perché hai scritto un libro divertente su tua madre che fa parte del cammino neocatecumenale, e siccome io ho degli amici neocat, ci ho fatto su delle belle risate. Ho comprato il tuo ultimo romanzo, I delitti della salina, molto incuriosita perché parlava di Cagliari ai primi del Novecento e di un’investigatrice sardo-cinese che mi pareva dovesse essere un personaggio interessante. E lo … Continúa leyendo Lettera a Frisco by Marisa Salabelle

Insonnia by Rebecca Lena

(Blog di Rebecca) La finestra è un faro nel buio.  Grida rapaci e brividi di alberi; ogni frequenza è un cono di suono. Precipito nel baratro di un sassetto che, non so come, cade, in cucina; di una foglia morta sospinta sulla finestra; di un frullio d’ali impigliate. Insetti che muoiono, e li ascolto perdere memoria del mondo. Il volume d’aria mi schiaccia e il materasso mi respinge. Le coperte strisciano e si allacciano ai fianchi.  Tutto il mio corpo è vigile al silenzio. Eppure c’è un filo bianco di aria fresca che d’un tratto mi giunge alle dita, come … Continúa leyendo Insonnia by Rebecca Lena

Amarsi, fino all’osso. by Giusy Di Maio

Blog di Giusy “Mi pesava, di continuo. Nel suo borsello aveva gli scontrini con il mio peso per controllare che ogni volta che ci vedessimo, fossi più magra e che non fossi ingrassata. Mi guardava con occhi strani… Non riuscivo a capire. Una volta mi regalò un completino intimo e nonostante fossi comunque magra mi guardò schifato… e girando la faccia disse: sì, ci sono rimasto male. A casa sua parlava addirittura con i suoi genitori (con quella sua ricca famiglia), della mia forma fisica, di quanto le luci potessero modificare o incentivare la visione di certi inestetismi, discromie o … Continúa leyendo Amarsi, fino all’osso. by Giusy Di Maio

Dialogando sotto la pioggia by Marisa Salabelle

(Blog di Marisa) Quest’anno il tema di Dialoghi sull’uomo, la più importante manifestazione culturale che si svolge ogni anno a Pistoia, era «Altri orizzonti: camminare, conoscere, scoprire». Al di là del tono un po’ pomposo e retorico dell’enunciato, un tema indubbiamente interessante. E hanno partecipato persone interessanti, da Paolo Rumiz a Claudio Magris a Elena Cattaneo e molti altri. È una bella iniziativa, questa, arrivata alla sua dodicesima edizione, anche se alcuni, non a torto, criticano il fatto che si tratti di un “format” che si replica con poche varianti in altre sedi (vedi il Festival della mente di Sarzana … Continúa leyendo Dialogando sotto la pioggia by Marisa Salabelle