Psicologia e pensieri. Totò e la guerra.

By Gennaro Rinaldi ” Il denaro fa laguerra, la guerra fa il dopoguerra, il dopoguerra fa la borsa nera, la borsa nera rifà il denaro, il denaro rifà la guerra. In guerra sono tutti in pericolo, tranne quelli che hanno voluto la guerra.” Antonio De Curtis – Totò Il 15 aprile del 1967 moriva Antonio de Curtis in arte Totò. Sono oramai passati quasi sessant’anni, ma le sue parole e i suoi film risultano più che mai attuali. L’insensatezza della guerra, delle azioni disumane e prive di sensata moralità che vengono magistralmente mascherate da azioni eroiche e moralmente accettate, sono all’ordine del giorno oggi come allora. Così il … Continúa leyendo Psicologia e pensieri. Totò e la guerra.

L’agente letterario – parte II by Marisa Salabelle

Dopo aver superato le ultime, faticose tappe che precedono la pubblicazione di un libro (editing, scelta del titolo e della copertina, correzione delle bozze) la scrittrice si mise ad aspettare con ansia il giorno in cui il libro sarebbe finalmente uscito. La mattina, dopo una notte insonne e febbricitante, si precipitò alla finestra che dava sulla strada. Non vide striscioni né bandiere, né file di postulanti davanti alla sua porta. Non vide nemmeno il corriere, che avrebbe dovuto portarle le sue copie del romanzo. «Cavolo, e ora che faccio? Il mio libro è uscito e io non posso tenerne una … Continúa leyendo L’agente letterario – parte II by Marisa Salabelle

Cesare Pavese e il cinema

By Pina Bertoli Blog: ilmestieredileggereblog Qualche giorno fa, ho letto un articolo molto interessante a firma Pino Farinotti sulla rivista Rolling Stone (lo trovate qui). L’articolo si intitola “Dal libro al film: il cinema impossibile di Cesare Pavese” e propone una serie di riflessioni su Pavese e il cinema, prendendo spunto dall’interessante volume pubblicato da Einaudi Il serpente e la colomba, curato da Mariarosa Masoero, dove vengono raccolti i soggetti cinematografici di Cesare Pavese. Premesso che il libro è del 2009 e fuori collana, si può forse trovare nell’usato. Dalla sinossi del libro: Tra il marzo e il giugno del 1950 … Continúa leyendo Cesare Pavese e il cinema

“Metà uomo metà Flow”. By Giusy Di Maio

(…) Nei paragrafi precedenti, ho accennato alla struttura metrica del rap, andando ad evidenziare come questa possa contare sulla regolarità (il beat, altro elemento caratteristico del rap è il battito che serve a scandire il tempo della battura: laddove cade il battito che di solito viene percepito dall’ascoltatore come un colpo di batteria o percussioni, cade la rima). Ciò che rende diverso il rap da altri generi musicali, è il forte uso che viene fatto delle figure retoriche (allitterazioni, climax, metafore..) o delle rime, che concorrono ad aumentare la musicalità del testo; ne deriva pertanto che i testi rap, possano … Continúa leyendo “Metà uomo metà Flow”. By Giusy Di Maio

Superstar By Lorella Costa

(Blog di Lorella) Nel 1970 esce il concept album Jesus Christ Superstar, musiche di Andrew Lloyd Webber e testi di Tim Rice: l’ultima settimana della vita di Gesù viene raccontata in musica e il successo è tale che nel 1971 l’album si trasforma in un musical di Broadway, destinato a un successo mondiale e durevole nel tempo; la definitiva consacrazione arriva con il film, che debutta nelle sale cinematografiche nel 1973 con la regia di Norman Jewison. Il racconto della Passione di Cristo si basa sui Vangeli canonici ed è rivoluzionario: in questo aspetto, probabilmente, coglie l’anima più genuina del … Continúa leyendo Superstar By Lorella Costa

T.S. Eliot & the Sibyl  By Luisa Zambrotta

Nel post precedente (vedi qui) ho scritto che la prima parola “The Waste Land/La terra desolata” di T.S. Eliot è ‘aprile’ ma devo rettificare: aprile è preceduto da un’epigrafe e da una dedica in cui sono presenti alcune delle lingue che l’autore utilizzerà nel poemetto: latino, greco, inglese e italiano. L’epigrafe recita:“Nam Sibyllam quidem Cumis ego ipse oculis meis vidi in ampulla pendere, et cum illi pueri dicerent: Σίβνλλα τί ϴέλεις; respondebat illa: άπο ϴανεΐν ϴέλω.” Viene dal Satyricon di Gaio Petronio Arbitro e significa::“Una volta vidi con i miei occhi la Sibilla a Cuma sospesa in un’ampolla, e quando … Continúa leyendo T.S. Eliot & the Sibyl  By Luisa Zambrotta

L’eleganza del cocco

da Gigiuanna Un regalo molto gradito che ho ricevuto al mio compleanno è stato un libro (insieme ad altri quattro, vero Irene ?) di ricette spettacolari. Il titolo è Lucake il mio manuale di pasticceria per tutti ed è veramente goloso, scritto da Luca Perego, un ragazzo giovanissimo con la passione per la pasticceria e la fotografia. Vi invito a curiosare le sue pagine social di Instagram e Facebook perché pubblica prelibatezze! Ora, conoscendo la mia passione per i dolci potete immaginare quanto non vedessi l’ora di sperimentare qualcosa e così ieri mi sono cimentata in questi dolcetti che dovete … Continúa leyendo L’eleganza del cocco

Afasia: un disturbo del linguaggio By Gennaro Rinaldi

Due giorni fa la moglie di Bruce Willis, Emma Heming, ha annunciato sui social che suo marito sarà costretto ad abbandonare le scene a causa di una patologia neurologica nota come Afasia. La notizia è ovviamente diventata virale e ha inevitabilmente acceso i riflettori sulla patologia che è stata diagnosticata al noto attore statunitense. In questo articolo approfondiremo il significato del termine Afasia e nello specifico farò una breve descrizione della patologia e delle conseguenze per le persone che ne soffrono. L’Afasia è un deficit nella capacità di comprendere elaborare e produrre messaggi linguistici. Il paziente afasico è incapace di … Continúa leyendo Afasia: un disturbo del linguaggio By Gennaro Rinaldi

La guerra fantasma

Di Marisa Salabelle Donbass, la guerra fantasma, di Sara Reginella (έxorma, 2021) l’avevo già letto l’anno scorso, ma in questi giorni confusi e drammatici ho sentito il bisogno di riprenderlo in mano. Reginella è una giovane donna molto versatile: psicologa, documentarista, reporter di guerra. Segue le vicende ucraine fin dal 2014 e non nasconde la sua simpatia per il mondo russo: non per Putin e il suo governo, ma per la lingua, la cultura e quel che resta degli ideali socialisti di un tempo. Nel corso dei suoi numerosi viaggi nelle terre martoriate del Donbass ha incontrato persone, ha ascoltato … Continúa leyendo La guerra fantasma

Prurito: la psicosomatica #Shorts #SaluteMentale #ilpensierononlineare

Secondo te, perché la pelle può interessare gli psicologi? Perché se ad esempio, abbiamo un prurito costante e ricorrente (che non può essere spiegato da cause organiche), forse sarebbe utile chiedere aiuto ad uno psicologo? Secondo Anzieu, l’Io-pelle è “un’immagine mentale di cui l’Io del bambino si avvale durante le prime fasi del suo sviluppo per rappresentarsi come un Io contenente contenuti psichici, sulla base della sua esperienza della superficie del corpo”. Tutta la gestualità che concorre alle cure offerte al bambino saranno di fondamentale importanza per far comprendere al bambino stesso i confini del suo (e l’altrui) corpo; le cure parentali … Continúa leyendo Prurito: la psicosomatica #Shorts #SaluteMentale #ilpensierononlineare

Penna e Culla  di Marisa Salabelle

Penna e Culla frequentano la Prima D. In un istituto quasi completamente maschile, fanno parte del piccolo contingente delle ragazze. Penna è italiana, di nome fa Nunzia; Culla è albanese, e infatti il suo nome non si scrive così, ha una K, un’h e forse anche una j. Di nome, Culla si chiama Alina. Sono due ragazze terribili, due ribelli, due agitatrici: le professoresse le temono, le bidelle le odiano, i ragazzi ne sono attratti per un verso e respinti per un altro: Penna e Culla sono spavalde, disinvolte, dicono parolacce, entrano nel bagno dei maschi spalancando la porta e … Continúa leyendo Penna e Culla  di Marisa Salabelle

Stralci di te

da Gigiuanna Ho già avuto modo di raccontare nelle pagine di questo blog quanto spesso la scrittura mi sia stata di grande supporto per cercare di dare un senso agli eventi più o meno faticosi che hanno attraversato la mia vita. Uno di questi, è stata la perdita della mia mamma, avvenuta 10 anni fa per una terribile malattia.Nei giorni difficili di accudimento, giorni intrappolati tra la disperazione e la speranza, ho messo per iscritto parole che come scialuppe di salvataggio mi hanno aiutata a non annegare in quel mare di dolore.Quando ho saputo che l’associazione Noi,amici dell’hospice e dell’ospedale di … Continúa leyendo Stralci di te

25 giugno 1857: “Les Fleurs du mal”

By Luisa Zambrotta Il 25 giugno 1857  appare la prima edizione della raccolta lirica “Les Fleurs du mal” ( I fiori del male) di Charles Baudelaire, in una tiratura di 1300 esemplari. “I Gioielli” è una delle sei liriche condannate per immoralità  che Baudelaire fu costretto a eliminare dal volume. LES BIJOUXLa très-chère était nue, et, connaissant mon cœur,Elle n’avait gardé que ses bijoux sonores,Dont le riche attirail lui donnait l’air vainqueurQu’ont dans leurs jours heureux les esclaves des Mores. Quand il jette en dansant son bruit vif et moqueur,Ce monde rayonnant de métal et de pierreMe ravit en extase, et … Continúa leyendo 25 giugno 1857: “Les Fleurs du mal”