Le due Anne di Shakespeare: Anne Hathaway e figlie -01 by Luisa Zambrotta

(Blog di Luisa)

Anne Hathaway sposò Shakespeare nel 1582, quando lei aveva 26 anni e lui solo 18.
Si sa molto poco della sua vita oltre a pochi riferimenti in documenti legali, ma la sua personalità e il suo rapporto con Shakespeare sono stati oggetto di molte speculazioni da parte di storici e scrittori.
Hathaway crebbe a Shottery, un villaggio a solo un miglio da Stratford, dove William Shakespeare viveva con la sua famiglia.
Suo padre era un ricco contadino che allevava pecore. Possedeva una tenuta che comprendeva una fattoria (ora nota come cottage, che rappresenta una grande attrazione turistica per il villaggio), terreni, un’altra casa e altri possedimenti.
Morì abbastanza ricco da lasciare a ciascuno dei suoi figli una discreta fortuna.
La figlia ereditò una somma di denaro come dote da pagare “il giorno del suo matrimonio”. Nel testamento di suo padre, il suo nome è indicato come “Agnes”.
I nomi Anne e Agnes sono distinti, tuttavia era consuetudine comune che fossero intercambiabili. Agnes (la “g” non era pronunciata) era considerata una variante di Anne.
Anche l’altra Anne di Shakespeare – Anne Whateley – fu chiamata “Agnes” nel testamento di suo padre che ha riferimento a “Agnes mia figlia”.

Anne Hathaway era probabilmente analfabeta perché le ragazze del suo ambiente sociale e geografico non frequentavano la scuola né ricevevano alcuna istruzione formale. Imparavano a governare una famiglia e svolgere i doveri di casalinga, in preparazione all’unica vera opzione di carriera per una ragazza: il matrimonio. Le donne single erano talvolta guardate con sospetto e alcune erano persino ritenute streghe dai loro vicini. Ogni donna avrebbe dovuto sposarsi: in genere l’età del consenso era di 21 anni e Anne Hathaway ne aveva già 26

Secondo alcuni storici la differenza di età, così come la gravidanza di Anne, erano prova che si trattava di un matrimonio imposto a forza a un riluttante Will.
D’altra parte, altri osservano che come marito Shakespeare offriva poche prospettive poiché le finanze di suo padre erano in declino, mentre Hathaway proveniva da una famiglia appetibile sia socialmente che finanziariamente. Lungi dall’essere una zitella in pericolo di essere dimenticata in un angolino, Anne poteva essere considerata una donna desiderabile, o semplicemente un buon affare.
Inoltre è quasi certo che le famiglie degli sposi si conoscessero e il fatto che lei fosse rimasta incinta prima del loro fidanzamento o matrimonio poteva uno scandalo per entrambe le famiglie. Il padre di Shakespeare, in particolare, non sarebbe stato contento dell’effetto dannoso che il pettegolezzo avrebbe avuto sulla sua posizione sociale a Stratford. Era necessario un rapido matrimonio.
Pertanto due uomini di Stratford, di nome Sandells e Richardson, si fecero garanti per £ 40 nel tribunale concistoriale di Worcester per salvaguardare il vescovo da ogni responsabilità in caso di legittimo impedimento, consentendo in tal modo una sola lettura delle pubblicazioni.

Il registro episcopale registra così il vincolo matrimoniale concesso ad un certo Wm Shakespeare affermando che “la condizione di questo obbligo è tale che se in seguito non comparirà alcuna lecita locazione o impedimento per qualsiasi precontratto, consanguineità, affinità o per qualsiasi altro mezzo lecito qualunque, William Shagspere da una parte e Anne Hathwey di Stratford nella diocesi di Worcester, nubile, possano legittimamente celebrare il matrimonio…”

Si sposarono a Temple Grafton, un villaggio a circa otto chilometri da Stratford. I dettagli del matrimonio non sono noti con certezza, ma si può dire che un tradizionale matrimonio elisabettiano per un uomo della posizione sociale di Shakespeare includesse una processione nuziale dalla casa di famiglia alla chiesa, spesso accompagnata da musicisti. Una volta in chiesa la cerimonia era solenne: tutti restavano in piedi perché in epoca elisabettiana non c’erano banchi nelle chiese. Alla fine della cerimonia il corteo tornava alle case dove le famiglie degli sposi potevano imbandire un banchetto di nozze.
La sposa non indossava il bianco, una tradizione posteriore, ma il suo abito migliore, o uno nuovo se poteva permetterselo. Si adornava i capelli e il vestito con fiori freschi e portava un bouquet.

…continua…

Image: William Shakespeare: The Chandos Portrait (the National Portrait Gallery, London). The artist may be a painter called John Taylor  (1585–1651)

Un comentario Agrega el tuyo

  1. Grazie di cuore!🙏🙏🙏

    Me gusta

Deja una respuesta

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Salir /  Cambiar )

Google photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google. Salir /  Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Salir /  Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Salir /  Cambiar )

Conectando a %s