Il sogno di Charlotte (parte 20) di Laura Clemente

Steve era rimasto scioccato dalla rivelazione di Charlotte. In effetti quando l’aveva vista aveva notato qualcosa di familiare in lei e il fatto che fosse piombata lì senza alcun avvertimento gli doveva suggerire che c’era qualcosa che non andava. Ma mai avrebbe immaginato che si trattasse di sua sorella. Solo in quel momento si rese…

Il filo del destino (parte 8) di Ylenia Ely

Elga non appena rientrò a casa si diresse direttamente verso l’angolo segreto del suo studio dove era contenuto il diamante. Scoprì la teca e con uno scatto della mano prese nervosamente la collana. Stringeva il gioiello nel palmo della mano destra con tale forza da ferirle la pelle mentre fissava con immensa rabbia quella brillante…

Il filo del destino (7 parte) di Ylenia Ely

Elga udì squillare il cellulare e prima di rispondere si ricompose, era la sua collega, «Elga devi rientrare in ufficio, è tardi sono sola e non ce la faccio a gestire tutti, ci sono delle persone che chiedono di te», « Carmen, non me la sento di rientrare al lavoro…» Elga fece una pausa di…

Il sogno di Charlotte (13 parte) di Laura Clemente

1950… Angela si trovava alla finestra e contemplava il cielo che si mischiava al blu del mare. Erano appena tornati dalla loro luna di miele lei e Will. Si erano sposati solo dopo pochi mesi che si conoscevano, ma il loro amore era sbocciato fin da subito. A Will era bastato raccogliere un germoglio e…

Il sogno di Charlotte (parte 12) di Laura Clemente

Terminata la colazione, Charlotte tornò da James. Sarebbe partita quella sera stessa. Aveva in programma di viaggiare la notte e arrivare a destinazione il mattino seguente. Sarebbe tornata a Parigi e da lì avrebbe preso un ulteriore treno. Sì, ma per dove? In quelle poche ore che le restavano, Charlotte doveva tentare di capire da…

Il sogno di Charlotte (parte 11) di Laura Clemente

La sera in cui Charlotte aveva fatto compagnia al nonno, aveva deciso di dormire con lui. Aveva riscoperto, mentre veniva cullata dalla musica di Will, che le mancavano quei momenti. Nonostante avesse riscontrato un discreto successo a Parigi e avesse migliorto la sua capacità tecnica di esecuzione, non provava la sensazione di libertà e immaginazione…