Solstizio invernale by Federico Cinti

Alla tua luce chiara m’abbandono, trasparente armonia di scaglie rare, e non sarò mai più quello che sono. Canto d’allora, naufrago: altro mare ho davanti, altra via. Ricominciare esule. Nulla intorno, nessun suono, non sogno oltre una gioia singolare, oltre la tua dolcezza, ultimo dono. Nuda l’anima, solo vestimento la nostalgia al crepuscolo del giorno….

Il sapore di un bacio di Laura Clemente

Mi accarezzi delicatamente Ti rispondo stringendoti la mano Mi cullo tra le tue braccia Il tuo cuore sempre meno lontano Inizi a fare piccoli movimenti Io tremo di paura Paura di me stessa Paura della verità Tu rinunci e io piango Ma poi sotto le stelle dopo cinque soli Mi sfiori le labbra e così…

Il vecchio diario di Valeria Rossitto

Vai sereno, cuore di pietra. Vai e sgambetta pure liberamente di fiore in fiore, proprio come ti piace fare. Dopotutto, che importanza hanno avuto tutti i nostri lunghi anni insieme? Il tempo passato l’uno accanto all’altra, uniti a tutti quei soldi che mi avresti fatto risparmiare. Che poi, era necessaria quella attrezzatura per risistemare la…

Il nastro dell’amore di Laura Clemente

Un nastro rosso si avvolge delicatamente tra le tue labbra. Un vortice di passione ti risucchia nella mia nebbia. Baciami come non mai, Abbracciami e non lasciarmi mai. Stringimi a te e io ti lascerò il mio profumo. Portami con te e io ti mostrerò chi sono. Conduciamo il nostro destino, Le Parche ci aiuteranno…

Stringimi di Laura Clemente

Sotto strati sovrapposti di tenere coperte, Tra piume argentate e fasce colorate, Io mi stringo forte forte a te. Lo faccio per non perderti mai, Per sentire il tuo profumo di rosa primaverile. Per piangere la tua assenza e attendere il tuo tornare. Non lasciarmi amore mio. Ti stringo, ti stringo forte. Senti al tocco…

Scarpa, senza sassolini by Deboroh Sensitiveson

by Deboroh Sensitiveson blog se non ho trovato una verità nella vita dopo tanto cercare forse anch’io sono falsità giacché se non rilevi sei piano se non parli sei muto se non ragioni t’emozioni …. e mi farei vento per gonfiare vele altrui torcia e candela per rischiarare tempi bui ma non mettiamoci in ansia,…

Carta Carbone: “Questa Femmina” di Manuela Di Dalmazi

by Filippo Fenara “Questa Femmina” di Manuela Di Dalmazi mette in campo tutta la trasgressiva ma politicamente corretta (per un soffio) femminilità del suo essere donna. Tra questi versi inebrianti c’è tutto: la seduzione, l’emancipazione, il vanto, la tradizione, la sensualità, lo scherzo che rivela, la verità che soggioga, gli occhi profondi, l’anima sfuggente. Pubblicata originariamente l’otto…

Sulla panchina vista mare di Valeria Rossitto

Non posso restare, ho un treno da prendere.Davvero, non so come dirtelo, devo andare tra pochi minuti.Lasciami la mano, lasciamo questo posto, devo correre in stazione.Ho il futuro che ha acceso i motori, c’è una porta aperta e non lo rimarrà a lungo. No, davvero, non posso restare.Non guardarmi con quegli occhi. Meno male che…