Thomas More/2 By Luisa Zambrotta

Preghiera del buonumore
di san Tommaso Moro

Dammi, o Signore, buona digestione,
e anche qualcosa da digerire.

Concedimi un corpo sano, e
il buonumore necessario per mantenerlo.

Dammi un’anima semplice che sappia
far tesoro di tutto ciò che è buono
e non si spaventi facilmente alla vista del male,
ma trovi piuttosto i mezzi per rimettere
le cose al loro posto.

Dammi un’anima che non conosca la noia,
i brontolamenti, i sospiri e i lamenti,
né preoccupazioni eccessive per quella
cosa invadente chiamata “io”.

Dammi, o Signore, il senso dell’umorismo,
concedimi la grazia di comprendere uno scherzo
per scoprire un po’ di gioia nella vita ,
e per poterla condividere con gli altri

Papa Francesco ha spesso affermato che un po’ di buonumore fa molto bene a tutti noi perciò ogni giorno recita la preghiera del martire che decise di non rinnegare il papa di Roma e per questo fu condannato al patibolo per tradimento nel 1535.

Nel 2014, in occasione degli auguri natalizi alla Curia Romana, il Papa aveva elencato una serie di malattie dello spirito umano definite “curiali” perché tentazioni che indeboliscono il servizio della Curia al Signore.
Tra queste figurava anche la “malattia della faccia funerea”.
Si riferiva a quelle persone “ burbere e arcigne, le quali ritengono che per essere seri occorra dipingere il volto di malinconia, di severità e trattare gli altri – soprattutto quelli ritenuti inferiori – con rigidità, durezza e arroganza. In realtà, la severità teatrale e il pessimismo sterile sono spesso sintomi di paura e di insicurezza di sé. L’apostolo deve sforzarsi di essere una persona cortese, serena, entusiasta e allegra che trasmette gioia ovunque si trova. Un cuore pieno di Dio è un cuore felice che irradia e contagia con la gioia tutti coloro che sono intorno a sé: lo si vede subito! Non perdiamo dunque quello spirito gioioso, pieno di humor, e persino autoironico, che ci rende persone amabili, anche nelle situazioni difficili[. Quanto bene ci fa una buona dose di sano umorismo! Ci farà molto bene recitare spesso la preghiera di san Thomas More: io la prego tutti i giorni, mi fa bene.”

Anche due giorni fa, in televisione, il Pontefice ci ha invitato ad affrontare la vita con una sana dose di umorismo, che è davvero benefico e capace di “relativizzare le cose e dare grande gioia”. Perciò ha ripetuto ancora una volta che da oltre 40 anni recita ogni giorno la preghiera di Tommaso Moro.

Image: Hans Holbein, the Younger – 1527 – Sir Thomas More

Un comentario Agrega el tuyo

Deja una respuesta

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Salir /  Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Salir /  Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Salir /  Cambiar )

Conectando a %s