Carta Carbone: “Questa Femmina” di Manuela Di Dalmazi

el

by Filippo Fenara

“Questa Femmina” di Manuela Di Dalmazi mette in campo tutta la trasgressiva ma politicamente corretta (per un soffio) femminilità del suo essere donna. Tra questi versi inebrianti c’è tutto: la seduzione, l’emancipazione, il vanto, la tradizione, la sensualità, lo scherzo che rivela, la verità che soggioga, gli occhi profondi, l’anima sfuggente. Pubblicata originariamente l’otto Marzo, è un vero e proprio manifesto della femminilità che non fa furbescamente riferimento alle violenze ed ai soprusi, anzi, diventa focosamente  e genuinamente adulatrice per gioco, riportando gli estremi di un essere donna che piace, gratifica, strizza l’occhio al gioco e maneggia il cuore di un uomo con delicata maestria. Genuina e croccante come il pane appena sfornato (che non arriva mai integro fino a casa), Manuela Di Dalmazi sforna la solita ineccepibile lirica, gonfia di sentimento e pathos genuino che costringe ad una resa culturale, ad un abbracciare i contorni della “femmina” idealizzata in questi versi. Non servono tante battaglie per emanciparsi, serve essere quel che si è. (Filippo Fenara)

QUESTA FEMMINA

Ogni tanto,
tra un ghigno di vanto
e un pianto
mi torni in mente.

Il tuo sorriso narciso
tutto acceso
il tuo naso greco
sempre proteso
sulle mie rotondità
fiordaliso.

Adoratore!
Sentivi e senti
ancor ora
il mio odore di femmina
persino a distanza,
di femmina che sa osare
dall’accarezzare la mente
a bende, di baci sulla fronte.

Ardente
delirio tra fiumi
corrimani d’effluvi
a precipizio sui peli
tra affondi
rimandi
di bocche in bocca
nell’idillio dell’acca
saliva il mio nome
in una ciocca e
la resa.

È inutile…
Non puoi farci nulla!

Ti piace ancora
questa femmina
che t’infarina
ti mischia
e ti sconquassa
come quando
fa la pasta.

E tu impazzivi, tra queste gesta!

© Manuela Di Dalmazi

Blog: Imageonpoetry – https://manueladidalmazi.wordpress.com/

Profilo Instagram: @manueladidalmazi

Pagina Facebook: Imaegeonpoetry

Profilo Facebook: Manuela Di Dalmazi

2 Comentarios Agrega el tuyo

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Salir /  Cambiar )

Google photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google. Salir /  Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Salir /  Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Salir /  Cambiar )

Conectando a %s